25 Settembre 2018
Notizie

Progetto "SCIENZA: NOME COMUNE DI COSA, FEMMINILE, SINGOLARE" - Le STEM si imparano d´estate - Progetto finanziato dal Dipartimento delle Pari Opportunità -

26-07-2018 10:32 - News Generiche
Il Progetto "Scienza: nome comune di cosa, femminile, singolare", si rivolge in particolare alla popolazione femminile della Scuola Secondaria di 1^ Grado dell´Istituto ed è finalizzato a contrastare gli stereotipi di genere e i pregiudizi che alimentano il gap di conoscenze tra le studentesse e gli studenti nelle materie STEM. Considerata l´articolazione omnicomprensiva dell´Istituto, tale divario è riscontrabile dalla stessa analisi dei dati delle iscrizioni ai vari indirizzi offerti dalle Scuole Superiore. Aiutare le ragazze a consolidare la propria autopercezione e sicurezza personale nelle discipline scientifiche, significa orientare adeguatamente la popolazione femminile nelle carriere scolastiche e professionali dell´area tecnico-scientifica. Il Progetto, articolato in 20 giornate, 10 per ciascuna annualità, sarà destinato ad un massimo di 25 alunni delle classi 1^ e 2^ della Scuola Secondaria di 1^ Grado di Acquapendente, di cui almeno 15 di genere femminile. In caso di esubero delle richieste, saranno privilegiate le candidature delle classi 1^. Il Corso si svolgerà nel periodo 30 Luglio 21 Agosto 2018 (30 e 31 luglio, 1, 2, 6, 7, 8, 9, 20 e 21 agosto) e nel periodo 29 Luglio 20 Agosto 2019 (29, 30, 31 Luglio, 1, 5, 6, 7, 8, 19 e 20 Agosto) dalle ore 8,30 alle ore 12,30 presso i Laboratori dell´ITT Chimico / Biotecnologie ambientali dell´Istituto e della Riserva Naturale di Monte Rufeno. Opereranno come formatori n.2 Docente di Microbiologia e Scienze naturali dell´Istituto, gli operatori della Riserva, eventuali consulenti esterni e 4 studentesse dell´ITT in alternanza scuola/lavoro. Le due annualità saranno dedicate allo studio approfondito sul Fiume Paglia, parte integrante della Riserva Naturale Monte Rufeno, come SIC (sito interesse comunitario) e allo studio del territorio, in continuità con i Percorsi di alternanza scuola-lavoro promossi dall´ITT Chimico e risponde alla profonda vocazione ambientalistica del territorio.
- per l´anno 2018: le lezioni saranno dedicate a: a)IBE e macroinvertebrati, b)analisi chimico-fisiche delle acqua, c)calcolo della portata, d)inquadramento territoriale del bacino imbrifero del fiume (affluenti di destra e di sinistra, dalla Toscana all´Umbria passando per il Lazio), e)ricerca sui toponomi (con interviste anziani), f)studio delle legende del territorio legate al Fiume. Le lezioni si articoleranno in: presentazione del percorso e primi elementi teorici, con particolare attenzione alla tematica trattata (1^ e 2^); 5 giornate di rilevazioni sul campo (3^, 4^, 5^, 6^, 7^), di analisi laboratoriali del materiale raccolto, di osservazione, di catalogazione, di classificazione, di estrapolazione dati, di definizione dell´indice IBE; 2 lezioni dedicate alla ricerca di toponimi, studio delle legende legate al Fiume (8^, 9^); preparazione con supporto informatico del materiale di pubblicizzazione e di disseminazione (10^). Uscite sul campo e analisi laboratoriale, organizzate nelle medesime giornate, saranno svolte presso la Riserva e nei relativi Laboratori. Le lezioni 1^, 2^, 8^, 9^ e 10^ si svolgeranno presso i Laboratori dell´Istituto Superiore.
-per l´anno 2019: le lezioni saranno dedicate a: a)rilievi fotografici del territorio con drone e con fotocamere tradizionali, b)approfondimento sulle specie vegetali legate al fiume: arboree, arbustive, erbacee, c)approfondimento sulle specie animali legati al fiume: pesci, uccelli e mammiferi, d)i mulini del fiume Paglia (censimento e studio dei tanti mulini presenti nel fiume Paglia e lungo la Quintaluna), e)il Paglia come confine fra il suolo di origine vulcanica del Lazio e quello argilloso della Toscana. Le lezioni si articoleranno in: presentazione del percorso e primi elementi teorici, con particolare attenzione alla tematica trattata (1^ e 2^); 5 giornate di rilevazioni sul campo (3^, 4^, 5^, 6^, 7^), articolate in uscite e attività labotratoriali; 2 lezioni dedicate ai punti d) e e) (8^, 9^); preparazione con supporto informatico del materiale di pubblicizzazione e di disseminazione (10^). In occasione delle uscite saranno utilizzati i Laboratori della Riserva.
Per lo svolgimento delle attività saranno privilegiate metodologie attive: flipped classroom, peer to peer education, projet based learning, cooperative learning. Sia nella fase di ricerca sul campo, sia nelle successive attività di rielaborazione dei dati, gli studenti utilizzeranno strumenti e materiali tecnologicamente innovativi (es. videocamera wifi per microscopio, miscroscopio binoculare, set minilaboratorio di chimica e fisica, drone programmabile per lo studio del territorio). All´utilizzo massivo degli smartphone, infatti, non corrisponde la consapevole e adeguata capacità di applicare le tecnologie in modo appropriato e di risolvere un problema pianificando una strategia (pensiero computazionale).Nelle attività laboratoriali, si garantirà la strumentazione adeguata al coinvolgimento di alunne con disabilità cognitiva e sensoriale.


Fonte: Dirigente Scolastico
Dipartimento delle Pari Opportunità
Dipartimento delle Pari Opportunità

Registro elettronico

Piano Nazionale Scuola Digitale

Visitatori

totale visite
424871

sei il visitatore numero
142613

utenti online
0


[Realizzazione siti web www.sitoper.it]
close
Richiedi il prodotto
Inserisci il tuo indirizzo email per essere avvisato quando il prodotto tornerà disponibile.



Richiesta disponibilità inviata
Richiesta disponibilità non inviata