24 Maggio 2019
Notizie

Giornata della Memoria:il MIUR colloca “Pietre d'inciampo” in 100 Scuole, per ricordare le vittime dell'Olocausto. Per la Provincia di Viterbo, individuato l'Istituto Omnicomprensivo "Leonardo da Vinci" di Acquapendente

26-01-2019 17:14 - News Generiche
Il 27 Gennaio ricorre Il Giorno della Memoria, giornata internazionale per commemorare le vittime dell’Olocausto; a tale ricorrenza tutto il mondo scolastico ha da sempre dedicato grande attenzione, al fine di stimolare nelle giovani generazioni una riflessione sul tema e preservarne la memoria.
Considerando il valore formativo ed educativo della Giornata, il Miur-Direzione Generale dello studente ha deciso di promuovere su tutto il territorio nazionale, un’iniziativa, realizzata con l’agenzia di stampa Dire-Diregiovani e l’Istituto di Ortofonologia.
Ispirata all’opera di collocazione delle “pietre d’inciampo” dell’artista tedesco Gunter Demnig dal 1992, sono state realizzate delle targhe commemorative, in materiale calpestabile, ed individuate 100 scuole italiane.
L’Istituto Omnicomprensivo “Leonardo da Vinci” di Acquapendente, tra le scuole scelte, partecipa all’iniziativa con il coinvolgimento degli studenti delle classi 5^ del Liceo Scientifico e dell’ITT Chimica e Elettronica/Elettrotecnica coordinati dal Prof. Sergio Prosperuzzi che, in occasione della Manifestazione di Istituto, hanno posizionato la targa all’ingresso della Sede Centrale. “Un piccolo gesto, ma carico di significato.” ribadisce il Dirigente scolastico Luciana Billi in occasione della celebrazione “Lasciare una pietra di inciampo all’ingresso dell’Istituto, rappresenta l’impegno a non dimenticare, a tutelare la memoria storica come patrimonio etico, ad avere il coraggio di non rimanere indifferenti agli oltraggi e alla vergogna che le discriminazioni razziali generano”.
Un ulteriore tassello al percorso di educazione ai diritti umani che vede l’Istituto Omnicomprensivo coinvolto attivamente nelle iniziative dell’ Osservatorio territoriale per la “Prevenzione degli abusi sessuali e dello sfruttamento dei minori”. “E’ soltanto educando al rispetto dei diritti umani” continua il Dirigente scolastico” che possiamo proteggere i più deboli e garantire a ogni essere umano il diritto alla felicità e alla libertà”.



Fonte: Dirigente Scolastico

Registro elettronico

Piano Nazionale Scuola Digitale

Visitatori

totale visite
566355

sei il visitatore numero
143609

utenti online
0


[Realizzazione siti web www.sitoper.it]